contemporanea

Una collana generalista che propone saggi storici, politici, sociologici, filosofici, geopolitici e temi d’avanguardia. Uno scaffale che fornisce una narrazione alternativa del passato e del presente, lontana dai canoni logori del mainstream.

  • "L’ansia dell’attesa, le ideologie della crisi, i futuristi, i nazionalisti, i sindacalisti rivoluzionari, la guerra e l’assalto al cielo degli operai e dei contadini. Perché, tra gli inizi del Novecento ed il 1922, una parte dei giovani italiani individuò nella violenza lo strumento principale per rovesciare lo Stato liberale e tentare di trasformare radicalmente il nostro Paese?"

  • In fiamme

    Violenza politica in Italia dalla belle époque alla marcia su Roma

    Perché, tra gli inizi del Novecento ed il 1922, una parte dei giovani italiani individuò nella violenza lo strumento principale per rovesciare lo Stato liberale e tentare di trasformare radicalmente il nostro Paese?

    Nicola Maiale
    15.00 12.75
  • Anni selvaggi

    L'avventura strapaesana di Mino Maccari

    Cresciuti ai margini di un regime che non è riuscito ad assimilarli, provinciali, baldanzosi, violenti, sono invisi dai gerarchi fascisti come dai paladini dell’antifascismo, odiano i «borghesi pantofolai», il razionalismo e l’urbanizzazione.

    Damiano Rossi
    15.00 12.75
  • "Giovani non si nasce, si diventa: questo è il motto dei Selvaggi, scrittori e artisti baldanzosi, violenti e ribelli vissuti ai margini del fascismo. "

  • "Dalla formazione e il ruolo degli intellettuali organici fino all'occupazione di tutti gli spazi di comunicazione di massa, Gramsci ci spiega come mettere in atto, capillarmente, una vera e propria rivoluzione."

  • Tutta la nostra intelligenza

    Il concetto di egemonia in Gramsci

    Chi è l'intellettuale? Quale il suo ruolo nella società? E quale il suo rapporto con il potere?

    Salvatore Schinello
    12.00 10.20

Il sito utilizza cookie per migliorare la navigazione e il sito stesso, per fini statistici, per la visualizzzione di video e per condividere argomenti sui social network. Proseguendo sul sito l’utente accetta l’utilizzo dei suddetti cookie. Per maggiori informazioni consulta l’ Informativa Estesa..